Artisti 2014

Zibba

Zibba è una delle più interessanti realtà del nuovo cantautorato italiano. In bilico tra il roots rock e la poetica dei grandi cantautori, tra echi jazz e ritmi in levare, nel 1998 forma la band Zibba & Almalibre. Il gruppo ha aperto i concerti di artisti come Goran Bregović, Bandabardò, Africa Unite, Vinicio Capossela, Tonino Carotone e Gino Paoli. Nel 2013, Zibba scrive con Tiziano Ferro “La vita e la felicità”, cantata da Michele Bravi, vincitore della settima edizione di X Factor; nel 2014 arrivano alla finale del Festival di Sanremo, vincendo il Premio della Critica Mia Martini e il Premio Sala Stampa “Lucio Dalla” nella sezione Nuove Proposte.

Monk to Monk

Duo composto da Lara Puglia (voce) e Cesare Vincenti (chitarra), che propone il repertorio di Thelonius Monk in un faccia a faccia schizofrenico fra il lato oscuro di Round Midnight e la spericolata frenesia del Be Bop. Il repertorio monkiano rappresenta uno straordinario stimolo a mettersi in gioco nel vero senso della parola, spingendosi al limite del parossismo, andando in profondità, affidandosi all’originale vena creativa di uno fra i più intriganti compositori della storia del jazz.

Malabarista

Giocoliere, fantasista, equilibrista. Propone uno spettacolo divertente e colorato che accompagna adulti e piccini nel magico mondo di un saltimbanco con simpatiche gag e destreggiandosi con l’attrezzatura classica dei giocolieri. Stupisce i presenti con bolle di sapone giganti, oggetti infuocati, pericolosi equilibrismi e interagendo dall’alto del suo enorme monociclo per strappare sorrisi e applausi.

Alessandra Ferrari e Fausto Comunale Duo

Alessandra Ferrari (voce) vince il festival di Ariccia nel ’92, ha vinto Arezzo Wave 2000 ed è arrivata in finale al premio Musicultura di Recanati con gli OZ; collabora con musicisti come Paolo Belli, Gianni Morandi, Paolo D’Errico (Ridillo), con cui ha fondato “Zerosospiro”. Fausto Comunale (chitarra) è uno dei polistrumentisti più eclettici del panorama musicale, che ha diviso studio di registrazione e palco con Mario Biondi, Jenny B, Mietta, Bernardo Lanzetti, Jimmy Villotti e molti altri. Insieme formano un duo che spazia tra vari generi dal jazz al soul al pop internazionale, con la costante di essere riarrangiato per voce e chitarra e di lasciare largo spazio ai momenti di improvvisazione e interplay.

Baba Sissoko

Baba Sissoko è maestro indiscusso del Tamani (talking drum) ed eccelso polistrumentista, che ha lavorato con molti musicisti di fama internazionale come Sting, Santana, Dee Dee Bridgewater, Buena Vista Social Club: il suo stile originale integra alle melodie ed ai ritmi propri della tradizione musicale del Mali, sonorità jazz e blues creando un fantastico effetto musicale. Oggi è il leader di diverse formazioni musicali quali: Baba Sissoko Afroblues – African Griot Groove; Baba Sissoko & Mali Tamani Revolution; Baba Sissoko & Taman Kan; Baba Sissoko Black Rock.

Los Higones

Los Higones – duo mariachi propone musica tradizionale messicana, ispirandosi alla meravigliosa cantante Chavela Vargas. Nati nel 2008, per rendere omaggio alla grande pittrice messicana Frida Kahlo, continuano a diffondere e promuovere in Italia la meravigliosa musica mariachi.

Miatralvia

I Miatralvia (tradotto: non buttarlo) sono un gruppo di ragazzi e una Cooperativa, che a forza di fare educazione ambientale ai bambini, di costruire progetti per le scuole e le pubbliche amministrazioni, di scrivere formazioni sulla musica e sull’ambiente ha pensato che era ora di fondere gli interessi e creare qualcosa di nuovo, che colpisce l’immaginario e la coscienza senza passare dalla parola  scritta. I loro strumenti non sono mai uguali, non fanno mai lo stesso suono e soprattutto non si sa mai chi suonerà cosa. Dipende da cosa si troverà quel giorno in discarica.

Tamburi del Crostolo

I Tamburi del Crostolo sono un gruppo di percussionisti, molto famosi nella zona della bassa reggiana. Con il loro spettacolo di percussioni e ritmi africani, latini, brasiliani, caraibici, accompagnano il pubblico in un coinvolgente viaggio attraverso i continenti.

Witko

E’ più un laboratorio musicale che un gruppo inteso nel senso classico del termine. In concerto sono un insieme di storie da ascoltare, ballare, anche contestare, in un laboratorio itinerante al quale, chi vuole, può partecipare. Il genere musicale può essere folk ma non troppo, rock ma con moderazione, punk ma senza ammetterlo, elettronico se ci fossero i soldi, soul per proprietà transitiva, funky ma non ditelo al chitarrista. Genere insomma Witko.

Angus Mc Og

Dietro Angus Mc Og ci sono tre storie, tre nomi: Antonio, Lucio e Daniele. Il progetto prende forma nel 2009, con brani scritti tra il folk e il songwriting d’oltreoceano, in riferimenti che spaziano da Neil Young, Tim Buckley, Nick Drake ad Iron and Wine, Bon Iver, Elvis Perkins, Bonnie Prince Billy. Dopo una prima positiva uscita discografica (Anorak, autoproduzione 2011), un viaggio in Australia e due tour all’estero negli Usa e in Francia, Angus Mc Og presenta Arnaut (autoprod./Audioglobe) a febbraio 2013.

Azadeh

Le Azadeh sono un gruppo coreografico di danza del ventre, nato dalla passione delle sue componenti per questa affascinante disciplina artistica orientale. L’entusiasmo per la danza e le sue radici culturali si affianca a una profonda cura della tecnica e delle basi formali delle coreografie e dei costumi originali. Propongono vari stili, dal classico, al saidi (danza maschile), al folkloristico, con l’utilizzo degli accessori della danza (velo, bastone, gonna da flamenco, cimbali).

The Youngs

Band di tributo a Neil Young, nata nel 2008. Conquista il pubblico dei più interessanti live club di tutta Italia, caratterizzandosi per il sound accurato e rispettoso dell’originale. Una scelta che premia il gruppo, portandolo a partecipare a tutte le edizioni del Neil Young Day internazionale in veste di headliner nel 2010, 2011 e 2013. The Youngs amano il Neil Young elettrico ma anche il menestrello acustico alla Harvest.

Metamorphosy + Ison

Bella musica, energia e tanta passione. Sono queste le caratteristiche degli Ison, un gruppo nato nell’estate 2011 formato da quattro ragazzi che si sono incontrati nella scuola di musica CEPAM: Daniele Mazzali (voce), Matteo Bottazzi (chitarra), Jacopo Bigliardi (basso) e Daniele Montanari (batteria). Una formazione rock che spazia dai Rolling Stones, Queen, Eagles fino a Zucchero ed Elvis.

Bald Max and The Airheads

Rock band ispirata alle sonorità degli anni ’50 e ’60. 

L’esperienza decennale in diverse situazioni, dal blues al jazz, dal rhythm and blues al soul, ha portato i Bald Max and the Airheads in questo nuovo progetto in stile vintage per rievocare le atmosfere cariche di energia del rock’n’roll e del boogie-woogie: uno spettacolo tutto da ascoltare e da ballare!

Praticamenteincoma

Praticamenteincoma è una band reggiana formata da Simone Mazzoni e altri musicisti. Le loro performance si basano su brani inediti che spaziano dalla musica leggera italiana, al pop, rock, blues e rap, sempre alla ricerca di spunti non banali e mai scontati sia nei testi che nella musica.

Ste Casoli e la Reggio Bene

Ste Casoli e la Reggio Bene nasce nel 2014 e propone un repertorio composto da brani prevalentemente inediti in lingua italiana. Conformemente allo spirito che caratterizza l’identità stessa della musica proposta, le scelte creative – sviluppate dal punto di vista compositivo e arrangiativi – sono soggette ad una “dose massiccia” di libertà espressiva che accompagna l’intera proposta musicale del gruppo.

Tribal Need

Tribal Need propone un ElettroNomade tra musica d’avanguardia e ritmi tribali
Combinando sintetizzatore, didjeridoo, percussioni, Hang, BeatBox e giocattoli modificati ad un Looper elettronico, il progetto solista “TribalNeed” di Riccardo Moretti è all’avanguardia delle tendenze musicali contemporanee. Melodie taglienti e suoni melancolici eseguiti su ritmi tribali raccontano la storia di questo “ElettroNomade” e del suo peregrinare tra la scena elettronica europea e le atmosfere afro – australiane.

Lenny Lorenzani e Francesca Galeotti Duo

Da Puccini alla canzone napoletana. Un viaggio tra il valzer nell’opera e nell’operetta alla fine del secolo scorso, il genere delle canzoni da salotto e il nuovo stile delle canzoni popolari, tra cui quella napoletana, che si è imposta nel panorama internazionale. Il duo Lenny Lorenzani (soprano) e Francesca Galeotti (pianista) propone un excursus tra canto e pianoforte solista, tra romanticismo e verismo italiani sotto il filo conduttore delle donne traditrici nell’opera.

Micromouse

Micromouse è una band rock garage dalle sonorità ruvide e decise.

Poche parole sul palco e suoni a tratti ipnotici, i ‘piccoli topi’ reggiani, dopo diverse esperienze su altrettanti palchi, sbarcano a Montecchio Unplugged in un live imperdibile per presentare anche il loro ultimo album “Animal”.

Monolith

Band hard rock, vincitori del Premio Daolio 2014.
Monolith nasce nel 2010 da un’idea di Andrea Marzoli (voce e chitarra) e Massimiliano Codeluppi (chitarra solista); si esibisce al Non Solo Birra XXII e alla celeberrima Festa della Libertà di Zocca; hanno aperto i concerti di Caduti Massi e Plan De Fuga al Locomotiv Club di Bologna. A fine 2013 vengo inseriti nella compilation “Sonda Vol.3” dal Centro Musica Modena. Nel 2013, Riccardo Cocetti (ex The Villains) e Enrico Busi (Fuximile) si uniscono al progetto rispettivamente su batteria e basso. Nel 2014 al Mattatoio Colture Club di Carpi si è svolta la release del secondo EP registrato e mixato col produttore bolognese Marco Bertoni.

Fabio Debbi

Fabio Debbi è musicista e cantautore reggiano. Impara a suonare la chitarra a 12 anni e a 14 inizia anche a soffiare dentro a un sassofono tenore e a schiacciare qualche tasto bianco e nero di un vecchio e polveroso pianoforte. Dice che “la musica è come l’acqua, si infiltra dove vuole” e per questo porta le sue canzoni in qualsiasi posto dove una chitarra e delle parole possono girare liberamente. Grazie a questa sua filosofia, lo si può trovare a suonare in un angolo di un locale, per strada, in una libreria, su un palco… in ogni posto..che sarà sempre il più sicuro.

Good Company

Good Company è una band composta da cinque artisti orientata al genere Folk’n’Roll. Si definiscono come un “gruppo di buoni amici che cantano in spiaggia”, che amano proporre brani dei Creedence, Hendrix acustico, Eric Clapton, Joan Baez, Katie Melua, Sting, Bruce Springsteen, U2, De Gregori, De Andrè, Bennato, Sheryl Crow, Eddie Vedder e tanto altro.

Hernan Loza

Hernan Loza è un chitarrista argentino. Nasce in Argentina nel 1983 e inizia a suonare a 11 anni, dedicandosi allo studio di armonia, analisi e composizione. Attualmente è attivo come concertista, docente di Chitarra alla Scuola “Dante Alighieri” di Parma, la Scuola di Musica Comunale di Cavriago e nei corsi Pre-Accademici presso la Sede “Merulo” dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti, partecipa alla gestione del laboratorio culturale “Spazio Dante”.

Blueberries Duo

Formazione musicale live composta da Paolo Torreggiani  e Cinzia Tassetto, piano e voce. Il repertorio, rigorosamente eseguito dal vivo, spazia tra lo swing, pop italiano ed estero. Gli arieti di riferimento sono Norah Jones, Ella Fitzgerald, Adele, Jobim, Clapton, Sting, Alanis Morissette, Natalie Cole, Battisti, Amy Winehouse, Rossana Casale, Dido, Cole Porter e Alicia Keys.

Banda di Quartiere

Banda di Quartiere nasce nel 2008 da un laboratorio Arci di Reggio Emilia inserito nel progetto 167Contatto. Si consolida nell’idea più semplice e “sociale” di fare musica senza vincoli ne barriere, facendo convivere la tradizione bandistica italiana con sonorità e strumenti che spaziano verso altri mondi e culture. Alla base c’è un messaggio di resistenza al separatismo, alla divisione, alla paura di contatto fra gli uomini che si respira sempre di più in questi anni, dove “l’altro” non incuriosisce ma spaventa.

Hip Hop Corner

Una serie di 3 pannelli 2×2 m sarà la postazione dei Lords of Babakos, un gruppo di writers che, durante la serata clou di Montecchio Unplugged, realizzerà performance artistiche in diretta live.

Insieme a loro i Tribal Jam, che si esibiranno con il loro Funk sporco di Grunge, Psichedelica e suoni moderni, e Yunes il Randa in un live rap bipolare.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close